scroll

Dalla raccolta alla conservazione

Tempi e modi di raccolta delle olive vengono da noi curati e seguiti con molta attenzione, poiché le caratteristiche organolettiche di un olio extravergine di eccellente qualità dipendono in larga misura dalla corretta gestione di queste fasi.
Il momento giusto per raccogliere è l’inizio dell’invaiatura, cioè quando la maggior parte dei frutti è ancora verde ed altri cominciano a diventare viola. L’operazione viene effettuata con macchine agevolatrici (pettini oscillanti alimentati da compressore pneumatico) e talvolta con la tecnica della brucatura, cioè a mano.
Solo le olive sane vengono scelte e subito sistemate in cassette ben areate, per essere poi trasportate in giornata al frantoio per essere frante al massimo entro 24 ore.

Massima attenzione viene riservata alla frangitura, gramolatura ed estrazione, operazioni molto delicate, che grazie a moderne tecnologie consentono di evitare il fenomeno dell’ossidazione, principale nemico dell’olio extravergine d’oliva. Per garantire risultati di eccellenza ci affidiamo ad un frantoio dalla consolidata esperienza, che utilizza un impianto a ciclo continuo, con temperatura a freddo.

Oltre alla quantità iniziale di antiossidanti naturali, sono infine le modalità di conservazione ad avere una certa influenza sulla durata dell’olio extravergine d’oliva. Per evitare lo sviluppo di processi ossidativi è infatti necessario mantenere il prodotto al riparo da fonti di calore e dalla luce, così da preservarne più a lungo le proprietà.